Trekking Capri: non solo lusso e moda, ma anche trekking e panorami incantati.

Trekking Capri, sull’isola Italiana più famosa, visitata e amata dai turisti di tutto il mondo.

Conosciuta per il suo lusso, la sua incredibile eleganza, le rinomate gite in barca fra Grotta Azzurra e Faraglioni, le cene a lume di candela, lo shopping firmato…

Ma Capri è anche tanto altro e, per coloro che sapranno avventurarsi alla scoperta, riserva sentieri incontaminati di meravigliosa bellezza.

Sono in pochi ad essere a conoscenza dei ben 6 sentieri CAI presenti su tutta l’isola, fra Capri e Anacapri, che offrono panorami con vedute a 360° di bellezza.

I sentieri CAI presenti vanno dal 390 al 395, e attraversano l’intera isola:;

Il 390 è il sentiero centrale, che collega Capri ad Anacapri.

Percorrendolo, camminerete fra sentieri che cambieranno continuamene scenografia: dai centri di Capri e Anacapri, ai tratti completamente immersi in ambienti boschivi o rocciosi, agli strapiombi sul mare.

Partendo dalla più famosa piazza di Capri Umberto 1°, si sale verso il sentiero del Passetiello, fra boschi e roccie, sino al convento di Santa Maria Cetrella, per poi raggiungere il Monte Solaro, la punta più alta dell’intera isola, dove vi è anche la famosa seggiovia. Da lì godrete di una vista superlativa a 360°: la costiera sorrentina, le isole Ischia e Procida, la nostra Napoli… non manca davvero nulla.

Si ritorna poi in centro per il sentiero boscoso che conduce dapprima ad Anacapri, e poi a Capri scendendo per la meravigliosa Scala Fenicia.

Il sentiero è circolare, può quindi essere intrapreso in entrambi i sensi di marcia, partendo verso una direzione o l’altra.

Il 392  è una sorta di bretella che collega il Monte Solaro al Sentiero dei Fortini, il 391.

Il sentiero parte dalla cima del Monte Solaro e prosegue poco sotto la stazione della seggiovia. Si scende su cresta, con viste mozzafiato sui Faraglioni, Punta Carena ed il Faro da un lato, e Anacapri, Ischia, Procida e Napoli dall’altro. Continuerete poi per boschi, fino a giungere al Parco Fisolofico ed alla ripida scalinata che vi condurrà al bivio per punta Carena, dove si incontra il sentiero dei Fortini 391.

Il 391 è, secondo il mio parere, il più spettacolare dei trekking presenti sull’isola; esso vi condurrà da Punta Carena fino alla Grotta Azzurra, percorrendo un sentiero quasi completamente a strapiombo sul mare, lungo il quale vi imbatterete in numerosi e meravigliosi fortini, ed in pannelli illustrativi che vi mostreranno la flora e fauna dell’isola.

I sentieri 393, 394 3 395 vi condurranno, invece, alla scoperta di Capri, delle sue strette stradine e dei suoi parchi, ville e bellezze naturali. Insieme, rappresentano un percorso ad anello che potrete percorrere anche in un unica volta.

Il 393 vi condurrà, partendo dalla famosa Piazzetta di Capri Piazza Umberto 1°, dapprima alla Villa Fersen e successivamente alla Villa Jovis, la villa romana più grandiosa presente sull’isola.

Potrete poi proseguire percorrendo il 394 che prosegue verso il Parco Astarita, conosciuto come l’angolo verde di Capri, per poi ricondurvi al bivio Tamborio da dove potete intraprendere il 395  che vi condurrà allo splendido Arco Naturale, alla Grotta di Matermania, ai Faraglioni, al Belvedere di Punta Tragara, fino a ricondurvi poi alla Piazza principale.

Non inclusa nel trekking, ma assolutamente da non perdere, è anche una passeggiata presso la famosa Via Krupp, classificata come una delle strade più belle al mondo, che collega Marina Piccola al Centro di Capri.

via Krupp

Continuate a seguirci per scoprire tutti i nostri viaggi; e se anche voi amate viaggiare e volete condividere le vostre esperienze, i vostri racconti di viaggio, esporre dubbi, o semplicemente trovare l’ispirazione, seguiteci alla pagina Facebook Animerranti e su Youtubee unitevi al nostro gruppo Anime in viaggio.

Scritto da Annalisa Galloni

Facebook Comments

Commenta questo articolo

Articoli correlati

Trekking nel mondo

Trekking Monti Lattari

I nostri Trekking: Alta Via dei Monti Lattari, sentieri C.A.I.: 300 Corpo di Cava – Termini, 90 KM. 304 Erchie – Maiori, 6,7 KM. 323 Amalfi – Punta D’Aglio, 2,3 KM. 325 Sentiero basso Valle delle Leggi tutto…

Destinazioni nel mondo

Castelmezzano e Pietrapertosa

Castelmezzano e Pietrapertosa: incanto e magia fra Volo dell'Angelo, Dolomiti Lucane, vie ferrate, sentieri di trekking e ottima e tipica cucina locale.

Destinazioni nel mondo

Via ferrata Piccole Dolomiti Lucane.

E' nello splendido scenario delle Piccole Dolomiti Lucane, fra i due incantevoli paesi incastonati nella roccia e classificati come Borghi antichi più belli d'Italia di Castelmezzano e Pietrapertosa, che troviamo l'adrenalinica e meravigliosa Via Ferrata delle Piccole Dolomiti Lucane.